Ricerca, clinica, assistenza, pratica. Dai concetti di base al cambiamento

La realtà della ricerca clinica in Italia mostra elementi di positività ed elementi di criticità. Tra le varie carenze, la difficoltà a mettere in comune visioni, obiettivi, risorse disponibili. Spesso i Centri di Ricerca sono in difficoltà nel progettare e condurre ricerca clinica soprattutto se multicentrica, vista anche la scarsità delle risorse in questo ambito, e sviluppano studi su casistiche limitate e pertanto inadatte a dare risposte conclusive su quanto indagato. In altri casi si rileva una non perfetta appropriatezza dei metodi utilizzati, e questo pure rende gli studi meno apprezzati in ambito scientifico e meno utilizzabili nella pratica quotidiana.

Le iniziative formative potrebbero essere il momento decisivo per invertire tale tendenza, stimolando il dialogo tra medici, infermieri, operatori sanitari di ambito clinico ma anche organizzativo.

Il programma che segue è un percorso di formazione-intervento sul tema della ricerca clinica ed epidemiologica.

Possibili e auspicabili sviluppi, prodotti finali

  • organizzazione e gestione di percorsi di approfondimento.
  • sviluppo di pacchetti di formazione a distanza.
  • organizzazione di ricerche in ambito clinico, epidemiologico, valutativo.

A partire dai principali problemi dei pazienti, ma anche dell’organizzazione, esso si propone di:

diffondere una cultura sanitaria orientata alla riflessione critica delle pratiche professionali e all’implementazione di percorsi diagnostico e terapeutici basati sulle prove di efficacia.

individuare problemi, obiettivi e interventi legati a raccomandazioni basate sulle conoscenze più aggiornate e corrette

In particolare, si intendono sviluppare le competenze di base necessarie per la comprensione dei presupposti metodologici e delle implicazioni etiche e pratiche della medicina basata sull’attenta analisi della letteratura scientifica e per orientare e supportare sia le decisioni concrete quotidiane sia progetti di ricerca clinico-epidemiologica in campo sanitario: promuovendo dunque da un lato lo sviluppo di ricerche adeguate, dall’altro l’implementazione di interventi efficaci e appropriati nella pratica assistenziale quotidiana.

 

Obiettivi

Il percorso formativo mira a sviluppare nei partecipanti le competenze di base per:

1. Utilizzare le banche dati biomediche.
2. Valutare criticamente gli studi pubblicati.
3. Reperire dalla letteratura scientifica le raccomandazioni valide.
4. Trasferire tali raccomandazioni nella realtà clinico-assistenziale.
5. Impostare (definire, elaborare, predisporre) e condurre un progetto di ricerca clinica o epidemiologica.

Le unità didattiche

Si ribadisce la indipendenza tra le diverse unità, e dunque la possibilità per ogni partecipante di scegliere le unità didattiche cui partecipare, costruendo un proprio percorso personalizzato.

1. La ricerca della letteratura in Pubmed

2. La ricerca della letteratura, in particolare le pubblicazioni secondarie, sulle altre banche dati

3. Statistica A (elementi di base, da definire)

4. Statistica B (da definire)

5. Analisi di studi osservazionali*

6. Analisi di studi sperimentali*

7. Le revisioni sistematiche della letteratura

8. Le raccomandazioni clinico assistenziali: linee guida*

9. Gli studi sulla diagnosi

10. Le implicazioni etiche della ricerca in campo bio-medico*

11. Valutazione dell’impatto economico

12. Elementi di governo clinico*

13. Predisposizione di un protocollo di ricerca*

14. Conduzione di una sperimentazione clinica

15. Gli strumenti di valutazione con particolare riferimento agli audit

  • Tipologia:

    Residenziale

  • Destinatari:

    Il Corso è rivolto agli operatori sanitari (medici, infermieri, terapisti, psicologi, biologi…) sia di ambito clinico che organizzativo.

    Minimo 50 crediti ECM.

  • Durata del corso:

    120 ore / 15 giorni (assemblabili a piacere)

  • Pre-requisiti:

    NESSUNO