Dai problemi dei pazienti alle risposte clinico-assistenziali. Metodologia della ricerca scientifica, tra analisi delle conoscenze e bisogni assistenziali

La realtà della conoscenza scientifica e della ricerca clinica è fatta di luci e ombre.

Tra le carenze maggiori, la difficoltà a mettere in comune visioni, obiettivi, conoscenze e risorse disponibili. Ne deriva spesso una pratica assistenziale attuata senza convinzione da parte di molti operatori, cui vengono a mancare le motivazioni per un comportamento scientificamente valido e professionalmente soddisfacente.

Il programma che segue è un breve percorso di formazione sul tema della metodologia della ricerca e dell’Evidence-based Medicine.

Un percorso un po’ utopistico e ambizioso, orientato alla discussione collegiale, all’interno di un gruppo multidisciplinare, di tematiche di interesse dei pazienti, con un preciso connotato clinico pur non disdegnando uno sguardo ai problemi legati alla ricerca biologica di base.

Esso consiste nel far incontrare quesiti clinici rilevanti con le soluzioni appropriate, proposte dalla letteratura scientifica e integrabili con

  • l’esperienza degli operatori.
  • le preferenze dei pazienti.
  • la fattibilità nella prassi quotidiana.

A partire dai principali problemi dei pazienti, ma anche dell’organizzazione, esso si propone di:

1. individuare problemi, obiettivi e interventi legati a raccomandazioni basate sulle conoscenze più aggiornate e corrette, in ambito clinico, assistenziale, organizzativo;
2. riscoprire l’importanza di una pratica legata alla ricerca;
3. promuovere l’implementazione di interventi efficaci e appropriati nella pratica assistenziale quotidiana.

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di:

1.  comprendere le regole scientifiche che presiedono alla valutazione di efficacia di un intervento sanitario;
2. apprezzare le differenze tra sintesi delle informazioni scientifiche (“revisioni sistematiche”) e metodi per l’orientamento e la modifica degli stili di pratica clinica (“linee guida”);
3. discutere le criticità relative alla valutazione etica nella ricerca sugli interventi sanitari;
4. saper riconoscere e individuare obiettivi e interventi efficaci e appropriati producendo raccomandazioni cliniche sulla base delle evidenze disponibili;
5. acquisire le abilità di base necessarie all’ideazione e alla progettazione di uno studio clinico.

PRIMA GIORNATA: Gli studi primari
La prima giornata ha l’obiettivo di approfondire il significato teorico e pratico degli studi, con particolare enfasi agli studi randomizzati e controllati (RCT). In particolare, si partirà da una riflessione sugli obiettivi specifici di un RCT (cosa specificamente si vuole dimostrare), per poi approfondire le modalità di analisi dei risultati, la loro generalizzabilità e la loro comunicazione.

SECONDA GIORNATA: le revisioni sistematiche della letteratura
La seconda giornata ha come obiettivo didattico principale la comprensione delle revisioni sistematiche (SRs) e meta-analisi. In particolare verranno esplorate la metodologia e il formato delle revisioni sistematiche prodotte dai gruppi di revisione afferenti alla Cochrane Collaboration.
Si rifletterà sulla utilità delle SRs come studi di sintesi della letteratura medico-scientifica; si approfondiranno aspetti metodologici relativi al protocollo di ricerca, alla strategia per il ritrovamento degli studi primari, alla valutazione della qualità degli studi inclusi e alle possibili tecniche statistiche di combinazione dei risultati degli studi (meta-analisi).

TERZA GIORNATA: linee guida
La terza giornata ha come obiettivo didattico principale la conoscenza e la comprensione degli obiettivi, finalità, metodi di produzione e di lettura critica delle linee guida (LG). Una particolare attenzione verrà data al Metodo GRADE, che è stato recentemente proposto per la produzione di raccomandazioni cliniche con l’obbiettivo esplicito di superare i limiti dei metodi tradizionali di produzione di linee guida. Si rifletterà in generale sulla utilità delle raccomandazioni di comportamento clinico-assistenziale e organizzativo costruite a partire dalla miglior letteratura medico-scientifica; si approfondiranno aspetti metodologici relativi alla produzione, alla strategia per il reperimento, alla valutazione della qualità delle LG.

  • Tipologia:

    Residenziale

  • Destinatari:

    Il Corso è rivolto agli operatori sanitari (medici, infermieri, terapisti, psicologi, biologi…) sia di ambito clinico che organizzativo.

  • Durata del corso:

    24 ore / 3 giorni

  • Pre-requisiti:

    NESSUNO